Sabato, 15 Ottobre 2011 21:04

C’è una mostra in biblioteca. Esposizione di Antonella Prota Giurleo

Scritto da

MILANO - Che il paradiso sia una stanza piena di libri ce lo ha detto per sempre Virginia Woolf ed è alla luce di questa felice intuizione che percorriamo gli spazi della Biblioteca Gallaratese, a Milano, dove è allestita la personale di Antonella Prota Giurleo, fino al prossimo 29 ottobre.



Le stanze della biblioteca, luogo di accoglienza, di raccoglimento e fulcro della vita sociale e culturale del quartiere: nulla di più simbolicamente atto a interagire con le opere, libri d'artista, collages, installazioni che proprio nell'oggetto libro, per il significato che ha nella nostra formazione, per la materia di cui è tradizionalmente fatto e per la pratica che nella lettura fonda le nostre relazioni, trovano il loro senso e la loro forza comunicativa.

È come se l'artista indagasse su progenitori, discendenti, madri simboliche che si sono espresse attraverso la scrittura, spulciando tra le pagine come per creare una serie di spettacolari “riedizioni” risolte nella forma dell'opera d'arte, perché in ogni circostanza, anche quelle più dure della vita di un artista o di uno scrittore, il faro del lavoro artistico e la stella della scrittura non hanno mai cessato di brillare.
Antonella è artista “nomade” nel senso etico del termine, non tanto perché il suo linguaggio è il frutto di esperienze, di legami forti che intreccia con gli artisti in luoghi “difficili” in Italia e all'estero, dove è presente in numerose mostre, ma anche per una scelta di fondo della sua poetica che si radica nel recupero dei materiali comuni, primari, ecocompatibili, nel rispetto innanzi tutto della madre Terra.

E così ogni libro destinato al macero, ogni testo, una biografia o un racconto di pura fantasia, ma anche spartiti musicali, mappe e materiali appartenenti a culture diverse; ogni materia è preziosa e non consente una manipolazione aggressiva: allo strappo a al taglio è sempre sotteso un intento riparativo (carte, corde, nodi, restituiscono alla materia la sua struttura e a noi la coscienza della devastazione inflittale).
Le installazioni, una sorta di sintesi dei lavori presenti in mostra, realizzate specificamente per questo “ sito” sono una delle parti più avvincenti del racconto dell'artista.
Esse rimandano a due opposte suggestioni: la colonna a soffitto da un lato sembra imporre una sorta di presa in carico, anche di un “peso” , un carico emotivo che fa parte della volontà di recupero; dall'altro i calchi di resina di mani amiche sembrano esprimere quei legami essenziali, talora dirompenti, con il mondo femminile restituendo alla fantasia e al sogno le pagine su cui si imprime e si dispiega il groviglio delle umane relazioni.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Dio è donna

Divinità era donna! Un tuffo nel mito della Grande Madre tra l’immaginario e il reale. L’universo femminile un viaggio alla scoperta dell’altra metà di Dio. C’è stato un mondo diverso dove si venerava la Dea. Ritroviamo la scintilla della divinità...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

L’artista dei musei

Enrico Meneghelli, The Picture Gallery in the Old Museum, 1879 (Museum of Fine Arts, Boston)  Nato nel 1853, italiano d’origine, Enrico Meneghelli emigrò negli Stati Uniti facendo di Boston e New...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Farmaceutica. La filosofia “Lean transformation” è realtà

ITC Farma investe 5 milioni per una produzione di qualità   L’azienda farmaceutica pontina, leader a livello nazionale nel contract manufacturing, ha deciso di investire nel corso del 2020, altri 5...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]