Martedì, 24 Marzo 2015 16:29

Adelmo Togliani. “Una serata di fenomeni”: gli anni ’80 fra desiderio e nostalgia

Scritto da

ROMA – Nella capitale,  nello scenario raffinato ed elegante offerto dal cinema Adriano, abbiamo assistito ieri ad una serata “glamour” dedicata al ricordo degli anni ’80 e alla celebrazione del lavoro di Adelmo Togliani, autore del cortometraggio “L’uomo volante”.

L’evento, denominato “Una serata di fenomeni”, è stato diviso in due parti. Nella prima metà Valerio Toniolo ha moderato un breve ed allegro dibattito durante il quale i diversi ospiti hanno provato a trasmettere i ricordi, le sensazioni e i profumi di trent’anni fa. Fabrizio Frizzi, allora alle prese con le trasmissioni dedicate ai ragazzi, ha raccontato aneddoti sul suo incontro con la famiglia Togliani. Bianca Guaccero, radiosa ed elegante, ha proposto una riflessione sull’ impatto che dagli anni ’80 ad oggi le innovazioni tecnologiche hanno avuto sulla nostra vita. La nostra identità non è più incarnata solo nel corpo, ma pure nei telefonini, nei computer, nei sistemi di comunicazione che costantemente adoperiamo. Siamo sempre meno centrati sul presente e sempre più dispersi nell’etere. Il professore Enrico Menduni ha puntato quindi l’accento sulla progressiva crisi della tv generalista e sull’ emergere di sistemi di informazione più variegati. Lo spirito del nostro tempo non è più rintracciabile in una televisione tradizionale, che si rivolge essenzialmente ad un pubblico anziano.  Andrea Iacomini, portavoce di Unicef Italia e amico di vecchia data di Togliani, ha messo al centro del suo intervento gli uomini che sono cresciuti negli anni ’80: uomini dotati di energia, animati da desideri e illusioni, delusi dall‘ evolversi degli eventi ma pronti a rimettersi in gioco ed entusiasmarsi nuovamente. Gianni Ippoliti, con umorismo salace, ha esaltato le qualità di Adelmo Togliani, regista e protagonista del cortometraggio che è stato proiettato nella seconda parte della serata.

“L’uomo volante” racconta dell’ amore profondo e duraturo fra lo sfuggente Achille e l’appassionata Greta. Il loro rapporto supera la prova del tempo: li vediamo giocare insieme da bambini e da adolescenti, allontanarsi e ricongiungersi da grandi, supportarsi e sopportarsi in ogni frangente di vita. Attraversano momenti spensierati di gioco, partite di pallone sulla spiaggia con due ciabatte a fare da pali di porta, l’irrompere della pubertà con l’intrigante gioco della bottiglia, le passioni adolescenziali, le crisi e le difficoltà dell’età adulta. 

Il cortometraggio suscita inevitabilmente ricordi ed  emozioni. E’ un ritratto dai colori caldi di una donna paziente e dedita e di un uomo svagato ma egualmente legato. Adelmo Togliani, attore e regista di documentari e videoclip, ha diretto un cortometraggio tenero e nostalgico che riporta indietro negli anni ma che al contempo ci confronta con un tipo di rapporto intenso che scalda il cuore dell’ uomo, in ogni tempo e in ogni luogo. 

TITOLO: L’UOMO VOLANTE

REGIA: ADELMO TOGLIANI

INTERPRETI: BIANCA GUACCERO; ADELMO TOGLIANI, ELENA TOMMASINI, CHIARA RICCI, ANTONELLA FERRARI

SOGGETTO E SCENEGGIATURA: ADELMO TOGLIANI e ELENA TOMMASINI

L’uomo volante - Trailer

 

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Per Aspera ad Astra

PER  ASPERA  AD  ASTRA Uomini di poca fede  deboli vi perdete  nel vostro cammino…  Niente è uguale  ogni paesaggio  ha la sua bellezza.  Mettete da parte la tristezza  la vita è fonte di gioia  per l’uomo stanco  tutte le fonti...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]