Giovedì, 13 Gennaio 2011 16:53

Tucson. La Palin pronuncia frase antisemita. Ecco il video

Scritto da

ROMA - Le cause della strage di Tucson sono da ricercarsi nella politica discriminatoria della repubblicana Sarah Palin?

Dal giorno del massacro architettato da Jared Lee Loughner, il quale sparando all'impazzata ha provocato la morte di 6 persone, e ferito gravemente altre persone tra cui la deputata democratica Gabrielle Gifford, se lo chiedono in molti. Insomma la Palin è diventata la responsabile morale di una tragedia, in un certo senso annunciata, visto il clima politica che si respira  in Arizona, alimentato a suon di leggi contro il diverso, fomentato da ipotetiche liste di nemici, come quello diffuso proprio dalla Palin.
Tuttavia l'ex governatrice dell'Alaska non ci sta e parla agli americani in un messaggio video con l'intenzione di salvare la faccia dopo questo tragico capitolo. Ma  la cacciatrice di caribù, replicando  alle illazioni sollevate da alcuni giornalisti fa un errore madornale pronunciando una frase antisemita:  "blood libel". Tradotto significa "calunnia di sangue", ma le sue origini risalgono dall'antichità, addirittura al 1144 quando nacque la leggenda che gli ebrei assassinavano i bambini cristiani.

Le membra delle creature,  uccise attraverso riti segreti - sempre secondo questo brutto racconto - si diceva venissero usate per preparare il pane azzimo, solitamente consumato durante la Pasqua ebraica. Calunnie vere e proprie che avevano solo l'obiettivo di aizzare le popolazioni contro il popolo ebreo. L'espressione infelice continua ad essere usata ancora oggi.  Lo  fu durante l'epoca del nazismo ed è tuttora usata in maniera spregevole dalle fazioni politiche che militano nei gruppi americani dell'estrema destra. La palin, azzarda qualche giornalista, forse non era cosciente del significato storico di questa disdicevole espressione. Ma qualcuno malignamente crede che la frase gli sia sfuggita di bocca. D'altra parte spesso le parole usate abitualmente  si ripropongono spesso senza accorgersi, proprio per la ricorrenza continua. Anche questo non è un da escludere.

 

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]