Domenica, 27 Febbraio 2011 21:37

Casoria (NA). Incontri con l’autore: Francesco Barbagallo e la sua ‘Storia della Camorra’

Scritto da

NAPOLI - Il 25 febbraio 2011 alle ore 17,30 presso il Museo di Arte Contemporanea, CAM, a Casoria nel napoletano rinnovato l’appuntamento con ‘incontri con l’autore’.

Si tratta di una selezione di incontri con autori e di presentazioni e discussione dei loro libri. Stavolta è intervenuto Francesco Barbagallo autore del libro ‘Storia della Camorra’. La manifestazione è promossa dal Centro di Promozione Culturale ‘INSIEME’ presieduta dal Prof. Vittorio Mazzone. Nessuno si aspettava, anche se l'eccellenza culturale e storica dell'autore intervenuto è riconosciuta anche oltre i confini nazionali, una partecipazione di pubblico così ampia ed eterogenea come è stato. Lo stesso Barbagallo lo ha sottolineato nel suo intervento. La manifestazione letteraria e culturale casoriana è ormai collaudatissima e sono già numerosi gli autori finora intervenuti e che hanno presentato la loro opera letteraria. Una presentazione che si tiene nella suggestiva cornice del CAM.

 

Il museo diretto da Antonio Manfredi. Gli incontri si tengono a cadenze periodiche e l'ingresso è sempre libero. Anche stavolta si è svolta nella piccola sala interna al CAM e che ha la capienza di un centinaio di posti, dei quali solo una trentina a sedere. E’ questa proprio una peculiarità dell’evento in quanto vede raccolte in poco spazio decine di persone che vi accorrono per ascoltare e interagire con gli scrittori che di volta in volta vi si presentano. E’ questo infatti, uno degli scopi dell’iniziativa ossia quello di voler ‘far toccare’, ai lettori, con mano l’autore. Un’occasione quindi per conoscere l'autore e approfondire con esso la genesi del testo pubblicato. Un testo quello del Barbagallo che ripercorre un percosso storico lungo oltre 150 anni che porta a scoprire cosa era la Camorra nel periodo dei Borboni. Il libro infatti, riporta il lettore al tempo della Napoli del Regno delle due Sicilie. Un periodo in cui le associazioni camorristiche condizionavano con la loro presenza le attività produttive, i mercati, le case da gioco, la prostituzione nella città partenopea. Una ricostruzione storica che di fatto è la prima completa sull’onorata società, come era chiamata la camorra dell’Ottocento. Si parte dal periodo pre Unità d’Italia per finire ai giorni d’oggi. L’incontro è stato aperto dai saluti e introduzione del prof Vittorio Mazzone, presidente del centro culturale INSIEME, seguito da un breve intervento di Antonio Manfredi, direttore del CAM. Successivamente la parola è passata al protagonista della serata. Il prof Barbagallo ha proposto al pubblico un’avvincente e dettagliata analisi del fenomeno camorra anche attraverso un’analisi della storia politica del Paese. Come sempre al termine della presentazione è stato dato spazio alla discussione per dar modo al pubblico d’intervenire con le proprie riflessioni e di chiedere spiegazioni e chiarimenti. Alla fine sia il prof Mazzone sia Manfredi hanno espresso la loro grande soddisfazione per l’ottima riuscita dell’evento.

bianco.png