Domenica, 28 Giugno 2015 23:36

Nastri d’argento verso i settanta. Tutti i premiati

Scritto da

TAORMINA (nostro inviato) - Si è celebrato a Taormina la sessantanovesima edizione dei Nastri d’argento, condotta dalla brillante Laura Delli Colli, la quale durante la serata e, ancor prima durante la conferenza stampa, ha reso note le assegnazioni decise dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (SNGCI).

Presenti grandi personalità del cinema , come Douglas Kirkland (Nastro alla carriera, come il già premiato a Roma Ninetto Davoli), fotografo di fama internazionale, già tanti anni fa in Sicilia, terra che ammira e ama.

I Nastri hanno riproposto la sfida che si era creata a Cannes - anche se in Francia non aveva prodotto premi - fra tre dei nostri più acclamati registi ossia Paolo Sorrentino(“Youth”), Nanni Moretti (“Mia Madre”) e Matteo Garrone (“Il Racconto dei Racconti”). “Youth” ha ottenuto il premio per il miglior regista, montaggio e fotografia, quest’ultimo attribuito a Luca Bigazzi, plurivincitore assoluto dei Nastri avendone conseguiti negli anni ben sei, e rappresentante del film “ La giovinezza” . Sorrentino, impegnato nella serie sul Papa con Jude Law, era assente. Bigazzi parlando di Sorrentino ha sottolineato come quando si lavora con lui sia fondamentale una velocità quasi istintiva, assoluta nel girare, la creatività di getto prevale su possibili ripensamenti. 

A “Il racconto dei racconti” sono stati dati tre premi: per scenografia, sonoro in presa diretta e costumi, quest’ultimo conferito a Massimo Cantini Parrini, che ha detto di essersi ispirato a delle statue di marmo viste in un museo.

Il film di Moretti si è fregiato di due riconoscimenti: il premio speciale a Giulia Lazzarini e il premio come migliore attrice protagonista a Margherita Buy, giunta al suo ottavo Nastro, superando nella classifica femminile dei plurivincitori, la compianta Virna Lisi, con la quale aveva anche lavorato.

Il premio  “Nino Manfredi” ha visto l’affermarsi di Paola Cortellesi (prima donna a ricevere questo riconoscimento) e, come premio “Nino Manfredi alla coppia comica dell’anno 2015”, Lillo e Greg (quest’ultimo assente), con Lillo che ha evidenziato come il suo legame con Manfredi fosse di antica memoria, poiché la visione di film quali “Pane e cioccolato” e “Caffè Express”, gli ha ispirato la possibilità di inserire quell’umanità che può commuovere anche in una comicità di tipo “demenziale”, come quella del duo cui appartiene.

Il Nastro dell’anno è andato a “Il Giovane favoloso” di Mario Martone - con Elio Germano personaggio dell’anno e validissima sceneggiatrice Ippolita di Majo - soddisfattissimo del premio, del riscontro del film in sala e dell’eco, che ha stimolato la voglia di rileggere un protagonista della letteratura italiana e mondiale quale Giacomo Leopardi.

“Anime Nere” (Nastro produttore, sceneggiatura e montaggio) è stata la pellicola rivelazione, con il regista, Francesco Munzi, che ha detto come per realizzare sceneggiatura e film siano andati alla scoperta di una parte del mondo calabrese; come, traendo spunto dal libro su cui è basato, si sia proceduto quasi documentaristicamente per poi trovare sul campo la dimensione giusta.

Claudio Amendola, soddisfatto del premio quale migliore attore non protagonista dell’anno per la commedia dell’anno “Noi e la Giulia”di Edoardo Leo, indossava gli stessi pantaloncini multi tasche di scena nel film. La sua felicità, ha detto, nasceva dal timore di dovere attendere anni per ottenere un eventuale Nastro alla carriera e questo premio era estremamente desiderato. Amendola ha sostenuto che il suo personaggio è piaciuto perché - come si vede dalla scena in cui insegue con falce e martello in mano (senza volere dire che tutti gli italiani voteranno Sel) un malavitoso prendendolo a calci nel sedere - in Italia c’è voglia di ribellarsi ai potenti, anche se non si farà mai una rivoluzione.

Tra le personalità premiate di rilievo (quali Cristina Comencini, Nicola Piovani, laura Morante e altri) si segnalano, oltre alla Buy e alla Cortellesi, attrici importanti quali Micaela Ramazzotti (attrice non protagonista) e tra le rivelazioni Greta Scarano e Simona Tabasco, nonché Serena Autieri, che con il Premio Cusumano per la commedia ha raccolto l’eredità di Francesca Neri, premiata nel 2013, e di Claudia Gerini nel 2014.

I Nastri si confermano riconoscimenti di elevato livello qualitativo, di grande prestigio per chi li consegue e grande appeal per il pubblico, che ancora una volta ha riempito con entusiasmo il teatro Antico di Taormina, quest’anno allietato dall’abilità canora del giovane gruppo degli Spritz for five.

ELENCO PREMI E PREMIATI

-NASTRO DELL’ANNO: Il giovane favoloso di Mario Martone, Elio Germano, Ippolita Di Majo, Carlo Degli Esposti 

-REGISTA DEL MIGLIOR FILM: Youth - La giovinezza di Paolo Sorrentino 

-MIGLIOR REGISTA ESORDIENTE: Se Dio vuole di Edoardo Falcone 

-COMMEDIA: Noi e la Giulia di Edoardo Leo 

-PRODUTTORE: Cinemaundici – Luigi e Olivia Musini per Anime nere, Torneranno i prati, Last summer

-SOGGETTO: Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi, Stefano Sardo per Il ragazzo invisibile

-SCENEGGIATURA: Francesco Munzi, Fabrizio Ruggirello, Maurizio Braucci per Anime nere 

-ATTORE PROTAGONISTA: Alessandro Gassmann per Il nome del figlio, I nostri ragazzi

-ATTRICE PROTAGONISTA: Margherita Buy per Mia madre 

-ATTORE NON PROTAGONISTA: Claudio Amendola per Noi e la Giulia 

-ATTRICE NON PROTAGONISTA: Micaela Ramazzotti per Il nome del figlio

-FOTOGRAFIA: Luca Bigazzi per Youth-La giovinezza 

-SCENOGRAFIA: Dimitri Capuani per Il racconto dei racconti 

-COSTUMI: Massimo Cantini Parrini per Il racconto dei racconti 

-MONTAGGIO: Cristiano Travaglioli per Anime nere/ Youth-La giovinezza 

-SONORO IN PRESA DIRETTA: Maricetta Lombardo per Il racconto dei racconti

-COLONNA SONORA: Nicola Piovani per Hungry hearts 

-CANZONE ORIGINALE: Sei mai stata sulla luna? di Francesco De Gregori per il film Sei mai stata sulla luna? di Paolo Genovese 

-CASTING DIRECTOR: Francesco Vedovati (Il ragazzo invisibile, Maraviglioso Boccaccio) 

-NASTRI EUROPEI 2015 a Laura Morante e Lambert Wilson 

-NASTRI ALLA CARRIERA a Ninetto Davoli e Douglas Kirkland 

-NASTRO SPECIALE REGIA a Cristina Comencini 

-PREMI SPECIALI a Giulia Lazzarini (Mia madre) e Adriana Asti (Pasolini) -Premio speciale Nastri d’Argento Docufilm e Storia a Fango e gloria di Leonardo Tiberi 

-PREMIO ‘NINO MANFREDI’ a Paola Cortellesi 

-Premio Manfredi alla coppia comica 2015 Lillo e Greg 

-Premio Guglielmo Biraghi a Simona Tabasco e Greta Scarano 

Menzioni speciali a Niccolo’ Calvagna Silvia D’Amico

Hamilton Behind the camera –Nastri d’argento a Luca Zingaretti

Premio Nastri d’argento Persol Personaggio dell’anno a Elio Germano

Premio Nastri d’argento Porsche 911 Targa Tradizione e Innovazione ad Adriano Giannini

Premio Nastri d’argento Cusumano per la commedia a Serena Autieri

Premio Nastri d’argento Wella per l’immagine a Simona Tabasco

Gianmaria Tesei

Attore, giornalista

www.dazebaonews.it

bianco.png