Lunedì, 04 Ottobre 2021 11:23

Bifest 2021. Gianfelice Imparato “Miglior attore”, Viviana Calò “Migliore regia”, in sala con “Querido Fidel”

Scritto da

BARI – Si è conclusa la 12. edizione del Bif&st-Bari International Film Festival, con la cerimonia finale e le premiazioni al Petruzzelli, una delle quattro location comprese nel ”miglio dei teatri” cittadini che hanno accolto quest’anno tutti i 153 eventi della kermesse e continueranno a farlo nei prossimi tre anni secondo quanto ha annunciato il direttore storico del festival Felice Laudadio.

Grande soddisfazione per la regista Viviana Calò, il suo cast e l’ampia delegazione che ha accompagnato al Bif&st Querido Fidel, l’unica opera a essere doppiamente presente nel palmarès.

A Gianfelice Imparato, uno dei protagonisti di questa edizione (premiato la prima sera del festival anche per Qui rido io e pubblicamente intervistato nel corso della riproposizione di Gomorra) la giuria di 24 giovani giurati coordinati dalla giornalista Antonella Matranga, ha assegnato il premio come miglior attore intitolato a Gabriele Ferzetti. E a Viviana Calò il premio per la migliore regia intitolato a Ettore Scola, ancora oggi presidente onorario del festival. Querido Fidel è stato presentato nella sezione competitiva ItaliaFilmFest insieme con altri cinque film di produzione italiana in anteprima mondiale.

Querido Fidel sarà distribuito prossimamente nelle sale, quasi certamente nei giorni coincidenti con il quinto anniversario della scomparsa di Fidel Castro (25 novembre), involontario protagonista della vicenda. È con l’estimado comandante cubano, infatti, che Emidio Tagliavini, il personaggio principale interpretato da Imparato, rivoluzionario tutt’altro che pentito, che vive drammaticamente la fine del comunismo internazionale (la vicenda è ambientata negli anni di passaggio dal secolo scorso a quello attuale…), intrattiene una misteriosa e pluriennale corrispondenza intorno alla quale muove la trama, brillante e agrodolce, del film. «Sono straordinariamente felice del doppio inaspettato riconoscimento», ha dichiarato la regista e coproduttrice (con Davide Mastropaolo e Dario Formisano) Viviana Calò. «Sono altrettanto contenta dell’accoglienza che il pubblico e i media hanno riservato al film, e dell’affetto che tutto il cast, tutte le persone impegnate nella realizzazione, hanno riservato al film anche in questi giorni, a due e più anni dalle riprese. Adesso lavoriamo affinché il film possa essere nelle sale quanto prima, il 25 novembre, anche al fine di non disperdere questo piccolo patrimonio di attenzione conseguito qui a Bari».

Querido Fidel è una produzione TeleAut, Audioimage ed eskimo, realizzato con il sostegno del Ministero della Cultura-Direzione Generale Cinema, Regione Campania e Film Commissione Campania (che sostengono con un contributo anche la distribuzione dell’opera), Regione Lazio.

bianco.png