Domenica, 28 Maggio 2017 09:27

Iran contro Arabia Saudita: siete vicini agli americani infedeli

Scritto da

TEHERAN- L'Arabia Saudita è stata spremuta "come una mucca" dagli "infedeli" americani.

E' l'attacco lanciato dal supremo leader iraniano, l'ayatollah Ali Khamenei, nei confronti del rivale regionale Arabia Saudita. "Queste persone (i sauditi) sembrano credere nel Corano...ma in pratica agiscono contro i suoi precetti", ha accusato Khamenei nel corso di un incontro per celebrare l'inizio del mese santo del Ramadan. "Sono vicini agli infedeli e offrono al nemico il denaro che dovrebbero utilizzare per migliorare la vita del proprio popolo", ha aggiunto, "Ma non c'è in realtà vicinanza e, come gli americani hanno detto, sono lì soltanto per spremerli di denaro come una mucca e poi macellarli". Durante una visita a Riad del presidente Donald Trump, lo scorso 21 maggio, l'Arabia Saudita ha accettato di comprare armi americani per 110 miliardi di dollari e firmato accordi di investimento per altri svariati miliardi di dollari. L'Arabia Saudita (a maggioranza sunnita) e l'Iran (a maggioranza sciita) sono ai ferri corti in numerosi conflitti regionali, compresi Siria e Yemen.  

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Opinioni

Il museo Bernabò Brea di Lipari, uno dei più ricchi e meno conosciuti musei de…

Il museo Bernabò Brea di Lipari, uno dei più ricchi e meno conosciuti musei del Mediterraneo. Foto

In molte persone, la parola Eolie evoca istintivamente immagini di mare azzurro e spiagge incontaminate. Pochi, tra le migliaia di turisti che arrivano ogni anno, conoscono il museo di Lipari...

Alessio Pracanica - avatar Alessio Pracanica

La bellezza ci salverà, scientificamente provato

La bellezza ci salverà, scientificamente provato

Studi scientifici dimostrano l’importanza delle arti per il benessere psico-fisico  

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]