Mercoledì, 17 Giugno 2015 12:24

Migranti al cartoccio. La sconfitta dell'Europa

Scritto da

VENTIMIGLIA - Sono delle immagini davvero penose quelle diffuse in tutto il Mondo da Ventimiglia, dove centinaia di migranti sono accartocciati dalle coperte termiche. Immagini che fanno riflettere sulla sconfitta di tutta l'Europa che pensa di risolvere il problema chiudendo le frontiere, come ha fatto la Francia.

Oltre cento migranti  sono infatti ancora accampati  sulla scogliera del valico di confine di Ponte San Ludovico. Dopo lo sgombero di ieri mattina, non si sono più registrati momenti di particolare tensione tra le forze dell'ordine e i profughi sudanesi ed eritrei bloccati da giorni alla frontiera dalle autorità francesi. Secondo la Croce Rossa, altri 500 migranti avrebbero dormito nella stazione della cittadina ligure e con i treni della notte sarebbero arrivate a Ventimiglia altre 50 persone.A rendere più difficile la gestione di quella che sta diventando una vera e propria emergenza umanitaria sarà l'inizio del Ramadan previsto per domani. L'astinenza dal cibo e dalle bevande dall'alba al tramonto potrebbe infatti avere ripercussioni negative sulle condizioni di salute dei profughi già stremati dopo cinque giorni e cinque notti trascorse all'addiaccio in balia della pioggia o sotto un sole cocente.Anche la Croce Rossa, che da giovedì sera li assiste, sarà costretta a cambiare l'orario in cui vengono distribuiti i viveri e le bevande. Sono sempre di più intanto i cittadini di Ventimiglia e i cittadini francesi diretti in Italia che si fermano alla frontiera per portare ai profughi cibo e vestiti.

Dall’altra parte della frontiera, invece,  la polizia francese ha intensificato i controlli alla stazione di Menton-Garlaven e alla barriera autostradale de La Turbie. Alla stazione di Garlaven vengono fermati tutti i treni provenienti dall'Italia ed eseguiti i controlli dei documenti. Tra ieri ed oggi sono stati fatti scendere alcuni immigrati che si trovano adesso nella stazione in attesa del respingimento. Secondo quanto appreso da fonti della polizia francese, sui binari che passano dalla zona di confine di Punte San Ludovico, già in territorio francese, è stato collocato un rilevatore acustico per impedire il passaggio a piedi lungo la strada ferrata.

Scabbia, tutto da accertare  I casi sospetti di scabbia tra i migranti che da giorni sostano sugli scogli dei Balzi Rossi, nel Comune di Ventimiglia a pochi metri dal confine francese, "sono tutti da accertare. L'unico sintomo e' il prurito ma da giorni questi ragazzi si lavano con l'acqua di mare e poi stanno ore sotto il sole, con temperature che superano i 30 gradi. Il fatto che si grattino non significa che abbiano la scabbia. Per accertarlo serve uno screening specifico da parte dei medici". Cosi' Fiammetta Cogliolo, responsabile ligure della Croce Rossa, che da giorni assiste con altri volontari i migranti a Ventimiglia. Nella zona della frontiera a Ponte San Ludovico "la situazione - aggiunge Fiammetta Cogliolo - e' tornata sotto controllo. Ieri sera, secondo un calcolo approssimativo, c'erano circa 150 ragazzi sulla scogliera. Questa mattina un gruppo si e' avvicinato spontaneamente ai volontari chiedendo di poter andare alla stazione di Ventimiglia per poter stare al riparo e fare una doccia. Sono partiti da poco a bordo di un pulman". Dal punto di vista medico, "e' stato attivato un ambulatorio mobile - aggiunge Cogliolo - su un'ambulanza con a bordo medici e infermieri volontari che visitano i migranti e, su indicazione del personale sanitario, provvediamo all'acquisto di eventuali farmaci. Stiamo anche collaborando attivamente con la Croce Rossa di Mentone per la distribuzione giornaliera di cibo, acqua e vestiti, donati da tantissimi cittadini francesi che vivono oltre il confine e fanno la spola per portare ai migranti generi di prima necessita'". Situazione sotto controllo anche alla stazione ferroviaria dove "di giorno - spiega ancora la responsabile della Croce Rossa ligure - assistiamo circa 200 persone che arrivano a 500 per la cena e per trascorrere la notte al riparo.

 

bianco.png