Venerdì, 04 Maggio 2012 14:28

“Special Forces – Liberate l’ostaggio”: film d’azione su eventi attuali. Recensione.Trailer

Scritto da

MILANO - Afghanistan: l’inviata di guerra Elsa Canova viene presa in ostaggio da un gruppo di talebani. Una situazione a cui negli ultimi anni ci siamo tristemente abituati.

Per liberarla viene chiamata un’unità delle forze speciali francesi, un commando di sei uomini diversi tra loro, ma uniti dall’amicizia e dalla dedizione a un lavoro a cui sono pronti a sacrificare la vita. È la trama di Special Forces – Liberate l’ostaggio, primo lungometraggio di Stéphane Rybojad, già noto in Francia come autore di documentari televisivi, nelle sale italiane dall’11 maggio.

In uno dei paesaggi più mozzafiato del mondo, inizia una ricerca incessante tra rapitori e soldati, una missione che nessuno è pronto ad abbandonare. Un gruppo di uomini d’onore costretti ad affrontare, insieme, situazioni di grande pericolo, al limite della sopravvivenza. La protagonista è interpretata da Diane Kruger, bellissima, forse troppo per un ruolo del genere, ma che riesce a dare credibilità alla parte di una donna forte e indipendente, decisa a non fermarsi davanti a niente pur di denunciare i crimini dei talebani. Oltre a lei, il film riunisce attori più o meno famosi, a cominciare da Djimon Hounsou, molto noto a Hollywood dopo film come Blood Diamond – Diamanti di sangue al fianco di Leonardo Di Caprio. Al suo fianco Denis Ménochet, già collega di Kruger in Bastardi senza gloria, e Benoit Magimel, uno degli attori più amati in Francia oggi, reduce dal successo di Piccole bugie tra amici. Riesce a distinguersi anche Raz Degan, nel ruolo del “cattivo” Ahmed Zaief, capo talebano legato all’occidente.

Il film non prende posizioni politiche, ma si basa su eventi attuali. E oltre ai sentimenti, privilegia l’azione, cosa rara nel cinema francese. Come spiega il regista, parlando dell’idea da cui nasce il film, “c’erano tutti gli ingredienti di film che amo, come Platoon, Black hawk Down, The Hurt Locker”. E l’influenza di Hollywood si sente. Forse troppo. Riprese in elicottero, effetti speciali, lunghe scene d’azione unite a momenti così emotivamente forti da sembrare esasperati. Nel complesso Special forces è un prodotto efficace, non al pari di altri film dello stesso genere, ma che riesce ad affrontare in modo valido un tema di cui il grande schermo parla poco.


Special Forces - Liberate l'ostaggio
TITOLO ORIGINALE: Forces spéciales
REGIA: Stéphane Rybojad
CON: Diane Kruger, Djimon Hounsou, Benoit Magimel, Raz Degan
ANNO DI PRODUZIONE: 2011
NAZIONE: Francia
DISTRIBUZIONE: Eagle Pictures
DURATA: 107 minuti
ANNO DI DISTRIBUZIONE: 2012
DATA DI USCITA: 11-05-2012


Special forces – liberate l’ostaggio - trailer

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

La fragile follia

In noi è la visione dell’essere la follia… Le fragili ragioni del cuore un mondo perduto in silenzi in lacrime nell’indifferenza.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Madre ti troverò

Sento la tua voce tra le foglie del melo son piene di sapore calore…racchiudono sospiri da tanto trattenuti.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]