Giovedì, 27 Giugno 2013 18:05

49 nuovo cinema. Il Cile e l’Italia

Scritto da

PESARO - Cile e Italia sono stati i protagonisti di questa quarta giornata del festival del Nuovo cinema di Pesaro tra retrospettiva, evento speciale e concorso. La mattina è iniziata con il cileno Y las vacas vuelan (2004), primo lungometraggio di Fernando Lavanderos, insieme a Bize e Lelio uno dei fondatori del movimento.

Proprio con Lelio ha girato tra il 2004 e il 2006 una serie di documentari per la tv, Mi mundo privato. Nel 2012 ha realizzato il suo secondo lungometraggio, Las cosas come son che ha vinto il concorso latino americano al festival di Mar de Plata. Giocato tutto sull’ambiguità tra finzione e cinema del reale, con una forte componente meta-cinematografica, la pellicola di Lavanderos racconta di un ragazzo danese che vuole girare un cortometraggio a Santiago. Quando conosce una donna, questa diventa la protagonista di un film dalla trama ambigua che procede man mano che i due si conoscono, mentre il protagonista, come in un gioco di specchi, viene a sua volta ripresa. Un esperimento interessante e appassionante, uno dei manifesti teorici del movimento.

Nel pomeriggio è stato invece proiettato l’ultimo film di Matías Bìze, già protagonista ieri con il suo esordio Sabado. La vida de lo peces (2010) è stato presentato alle giornate degli Autori a Venezia ed è stato poi nominato miglior pellicola latino-americana dell’anno ai prestigiosi Goya Awards. Il film ha per protagonista Andrés, giornalista che vive da anni a Berlino, tornato in Cile per una vacanza. Ambientato durante una festa a casa di amici, si scopre man mano il segreto che lega il gruppo e che ha contribuito alla partenza di Andrés. Alla festa poi il protagonista rincontra anche Beatriz, un suo vecchio amore, e i due cominciano a discutere e riavvicinarsi. Il film di Bize è il ritratto di una generazione, quella dei trentenni, disillusa ma nostalgica, esplorata attraverso i tanti incontri del protagonista, seguito quasi in tempo reale dal regista.

In serata è stato poi presentato anche l’atteso Violeta se fe a los cielos / Violeta Parra Went to Heaven (2011) di Andrés Wood, in uscita anche nelle sale italiane dal 4 luglio. Wood è uno dei pochissimi registi della nuova generazione cilena ad aver avuto una distribuzione italiana, con il suo bellissimo Machuca (2004), presentato alla Quinzaine des Réalisateurs a Cannes, uno dei film più rappresentativi sul colpo di stato del 1973. Con Violeta, suo ultimo film, ha anche vinto il premio della giuria al Sundence nel 2012. Violeta Parra è una delle cantanti più famose del Sud America ed è tutt’ora amatissima in Cile: una donna impegnata politicamente che ha cantato con emozione e rabbia, diventando la madre del folk latino-americano per poi moire suicida alla soglia dei cinquant’anni. Il film di Wood ne ripercorre con partecipazione e rispetto la vita e le opere, facendo emergere la complessa personalità dell’artista e le battaglie contro i propri demoni interiori.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Il mondo muore

Un freddo è sceso nel mio cuore l’ansia mi stringe la gola acuti spigoli feriscono l’anima.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Note a margine non è un romanzo, né una semplice raccolta di racconti. Non è un testo soltanto narrativo o espressivo, informativo o descrittivo.

Anna Trattelli - avatar Anna Trattelli

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare  un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, due aziende di Biotecnologie presenti nel parco scientifico di Castel Romano, Roma hanno annunciato il loro impegno per lo sviluppo di vaccini innovativi contro il 2019-nCoV, il...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]