Venerdì, 08 Marzo 2019 09:49

Teatro Quirino. “La governante”, felice riduzione che ritrae il “nostro” integralismo.

Scritto da

 

ROMA – Salta agli occhi guardando questa commedia di Vitaliano Brancati, scritta nel lontano 1952, l’attualità delle problematiche che, ambientate nel perimetro della Sicilia baronale, tocca temi fondamentali per i diritti civili di ogni latitudine. Intorno al problema dell’omosessualità – che costò all’autore una censura italiana durata tredici anni – ruotano aspetti dell’etica, della responsabilità individuale, del perbenismo di comodo e di facciata, del quale si fa scudo il conformismo presente in ogni epoca, credo religioso e ideologico.

Il testo de “La Governante” diretta da Guglielmo Ferro rispetta felicemente quello originario di Brancati e del copione, trasmettendoci l’assoluta modernità dell’argomento, per altro non ancora sufficientemente elaborato nemmeno dai contemporanei. La storia vede protagonisti Caterina Leher (felice ritorno in palcoscenico di Ornella Muti), governante francese in casa Platania, famiglia siciliana che vive a Roma. Il suo capofamiglia, Leopoldo (un bravissimo Enrico Guarneri), uomo bigotto che ha provocato il suicidio della figlia adolescente con i suoi continui rimproveri. Con lui vivono il figlio Enrico (Rosario Marco Amato) con la moglie (Caterina Milicchio), “emancipati” solo in apparenza. Caterina Leher, rigida calvinista è da tutti considerata un modello d’integrità, ma in realtà nasconde le sue tendenze omosessuali, è capace di difensive calunnie, che finiranno per provocare in quel simbolico microcosmo, sviluppi dei quali farà le spese Iana (efficace Nadia De Luca), una giovane ragazza a servizio …

Sullo sfondo della scenografia di Salvo Manciagli, che non cambia ma è calzante e suggestiva, la piéce appare talmente mossa da trasmettere un continuo fluire di emozioni e situazioni che rendono lieve questo spettacolo, pur drammatico. Applauditissimi gli attori, in particolare Enrico Guarneri. “La governante” racconta in maniera semplice situazioni che ancora oggi esistono nel privato e lascia in fondo al cuore molti spunti di riflessione sul cammino della tolleranza.

In maniera pertinente, a chi volesse toccare con mano  le tappe di questo classico importante, sabato 9 marzo, il teatro Quirino, a ingresso libero fino a esaurimento posti, proietterà LA GOVERNANTE del 1978 con Gianrico Tedeschi, Anna Proclemer e
Paola Quattrini, con la regia di Giorgio Albertazzi.

Teatro Quirino via delle Vergini, 7

www.teatroquirino.it

Fino al 17 marzo

Teatro ABC Catania   Teatro Arte
presentano 

una Produzione di Corte Arcana/Isola Trovata

ORNELLA MUTI   ENRICO GUARNERI

LA GOVERNANTE

di Vitaliano Brancati

e con
Rosario Minardi   Nadia De Luca   Rosario Marco Amato
Caterina Milicchio   Turi Giordano   Naike Rivelli   

scene Salvo Manciagli
costumi Dora Argento

musiche Massimiliano Pace

regia GUGLIELMO FERRO

personaggi e interpreti
Caterina Leher
Ornella Muti
Leopoldo Platania Enrico Guarneri
Bonivaglia Rosario Minardi
Iana Nadia De Luca
Enrico, figlio di Leopoldo Rosario Marco Amato
Elena, moglie di Enrico Caterina Milicchio  
Il portiere Turi Giordano  
Francesca Naike Rivelli   

ORARI SPETTACOLI
da martedì a sabato ore 21
domenica ore 17
giovedì 7 marzo e giovedì 14 marzo ore 17
mercoledì 13 marzo ore 19
sabato 16 marzo ore 17 e ore 21

INFO
botteghino 06.6794585
mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

segreteria 06.6783042 int.1
mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PREZZI mar / mer / gio / ven / sab. pomeriggio

 

intero

 

ridotto

platea

€ 30,00

 

€ 27,00

I balconata

€ 24,00

 

€ 22,00

II balconata

€ 19,00

 

€ 17,00

galleria

€ 13,00

 

€ 12,00

PREZZI sab. sera / dom

 

intero

 

ridotto

platea

€ 34,00

 

€ 31,00

I balconata

€ 28,00

 

€ 25,00

II balconata

€ 23,00

 

€ 21,00

galleria

€ 17,00

 

€ 15,00

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Non è semplice farsi amare

Mi perdo in questo parlare di voci insolenti di me che sono il loro ultimo pensiero.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Un mondo scomparso

Contadini un mondo scomparso. I “contadini che siamo stati.”

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]