Giovedì, 15 Aprile 2021 10:18

Rai fiction. “Leonardo” delude: perché non chiamarlo Pippo?

Scritto da

Pippo è un giovane di talento che non tarda a interessarsi alle arti. Vive nella Firenze del ‘500, nella bottega di un affermato maestro ha il primo contatto con il colore, ben presto si fa notare.

La sua specialità sono i disegni, ne lascia a centinaia: ritratti e grandi cartoni che diventeranno affreschi, macchine da guerra. Incontra una ragazza che lo ama non ricambiata. Forse è gay. Conosce uomini potenti ma si fa anche qualche nemico altrettanto pericoloso. Quando la ragazza sembra sparita, è accusato di averla uccisa. Processato, è condannato all’impiccagione:  già con il cappio al collo, è salvato in extremis da un amico come nel più corrivo western- spaghetti.  Muore in tarda età, dopo aver lasciato opere pittoriche importanti.

Pippo è il protagonista di otto episodi televisivi andati in onda su Rai 1 in quattro puntate. Uno sceneggiato lussuoso, già venduto all’estero, ma perché chiamarlo Leonardo? Nelle intenzioni di registi (due) sceneggiatori (più di due) produttori (italiani e stranieri) e anche attori voleva essere una “Vita” di Leonardo da Vinci ispirata allo storico per eccellenza Giorgio Vasari. Ma alle nobili intenzioni è seguito un prodotto anonimo, fatto di bei costumi, ricche scenografie, una recitazione spesso sussurrata che ha deluso le aspettative di chi aveva pensato, a giudicare dal titolo, che il protagonista fosse Leonardo da Vinci, il genio che il mondo ci invidia e che la storia tramanderà nei secoli. Invece era Pippo, che solo nelle ultimissime scene di quasi otto ore di trasmissione si scopre essere l’autore della Gioconda, dell’Ultima cena e di altri immortali capolavori. Grande la delusione fra chi si aspettava da tanto impegno produttivo un vero Leonardo.

Correlati

Cerca nel sito

ban.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

David di Donatello. Emozionata Sofia

David di Donatello. Emozionata Sofia

Quella di Sofia Loren alla serata dei David di Donatello è stata un’apparizione di pochi minuti ma di grande effetto.

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Intelligenza artificale e arte contemporanea s'incontrano al Maxxi

Intelligenza artificale e arte contemporanea s'incontrano al Maxxi

Intervista alla curatrice Daniela Cotimbo. Dal 5 al 30 maggio 2021, una rassegna collettiva che offre una nuova prospettiva di indagine sulle potenzialità espressive delle tecnologie, evidenziando anche un differente...

Rita Salvadei - avatar Rita Salvadei

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]