Martedì, 22 Marzo 2011 18:47

Best-seller. Falli soffrire. Gli uomini preferiscono e stronze. La recensione

Scritto da

ROMA - E' da poco uscita l' edizione aggiornata del fortunato saggio “Falli soffrire (2).

Gli uomini preferiscono le stronze” di Sherry Argov, scrittrice, commediografa, autrice radiofonica, collaboratrice di Cosmopolitan, Elle, Glamour ed Esquire. La Argov vive a Los Angeles, i suoi libri sono tradotti in 30 paesi e “Falli soffrire”, in particolare, è da cinque anni presente nella classifica italiana dei best-seller grazie a un travolgente passaparola. La prima edizione 2011 dello spiritoso tomo esce  arricchita  e riveduta. “Falli soffrire” è un vademecum rivolto alle donne affette da dipendenza amorosa, zeppo di consigli su come fare innamorare un uomo.  Funziona?

Vediamo. La “stronza” di cui parla Sherry Argov sarebbe “gentile ma forte. Ha un'energia sotterranea. Non rinuncia alla propria vita, e non darà mai la caccia a un uomo. Non permetterà mai a un uomo di avere il cento per cento del controllo su di lei. E affermerà se stessa quando lui andrà sopra le righe. Sa quello che vuole ma non scenderà a compromessi per ottenerlo. E' femminile come un 'Fiore d'acciao' delicato all'esterno ma volitivo e determinato all'interno. Usa questa femminilità a proprio vantaggio. Non che approfitti degli uomini, perché è una persona corretta, ma ha qualcosa che manca alla brava ragazza: il sangue freddo”.

Se questo è l'identikit della “stronza”, non va preso sul serio: a meno che non si vogliano considerare “stronze” tutte le donne indipendenti e con una personalità forte. L'autrice, dalle interviste fatte, deduce che i maschietti abbiano bisogno di uno “stimolo intellettuale” che trovano in una donna  non  troppo bisognosa, che non si riduce  a zerbino.

Sherry Argov espone principi che dovrebbero costituire la legge del fascino, eccone alcuni:
a)    una donna viene percepita come uno stimolo intellettuale nella misura in cui l'uomo non sente di avere il cento per cento del controllo su di lei
b)    il maggior elemento di discontinuità tra la stronza e la brava ragazza è la paura. La stronza mostra di non avere alcuna paura di rimanere sola
c)    se la scelta è tra la dignità e una relazione, per la stronza la dignità viene sempre al primo posto
d)    deve sentire che avete scelto di stare con lui, non che avete bisogno di stare con lui. Solo allora vi percepirà come una partner di pari livello.
e)    un uomo percepisce a livello intuitivo se la sensualità viene dalla sicurezza o dal bisogno. Sa quando una donna fa sesso per ammansirlo.
f)    Un uomo di qualità sogna una donna che ama il sesso in modo genuino.
g)    Se voi prendete la vita come viene lui sarà contento di prendere voi.
h)    Quando lo tormentate lui vede le vostre debolezze.
i)    Non vi crederà mai capace di affermare la vostra personalità se non siete in grado di camminare sulle vostre gambe dal punto di vista finanziario.
j)    Più siete indipendenti da lui, più lui si mostrerà interessato.
k)    Quando cominciate a ridere, cominciate a guarire.
l)    I simboli del potere si mostrano in pubblico, ma il potere vero si esercita in privato. Ed è l'unico che conta.

Sempre secondo la Argov gli uomini vedono le donne come “mamme” oppure come “prostitute”: beninteso prostituta è semplicemente qualsiasi donna abbia fatto sesso con lui. Nonostante il maschio cerchi nella donna la madre, si eccita con una donna che non può avere sotto controllo, la “puttana”.

L'autrice espone poi una guida alla sopravvivenza delle brave ragazze: “L'ultimo modello perfezionato di stronza”, elencando quei comportamenti che sono utili ad accrescere la stima di sé e a fare innamorare lui.

Terminate le 312 pagine si desume che “la stronza è una donna che ha il pieno controllo di sé e che trae straordinaria forza dalla capacità di pensare con la propria testa, in particolare in un mondo che ancora insegna alle donne l'abnegazione. Questa donna non vive secondo gli standard di qualcun altro ma solo secondo i propri principi”.

Siamo sicuri che funziona? L'identikit della cosiddetta stronza può essere con semplicità tradotto con “donna con le palle”, ma con le palle si nasce e, solo in alcuni casi, si diventa.  C'è da dire che questo lato della donna, cosiddetto “maschile”,   incute timore ad alcuni uomini e li induce a fuggire. Come dire preferiscono le stronze, ma poi sposano le mamme: soprattutto nella nostra cultura. Dunque, nulla di certo, se non la capacità di individuare in questo libro quel che ci serve e farne buon uso. In una cosa si può dare in pieno ragione a Sherry Argov: la qualità più affascinante in una donna è la dignità.




Scheda del libro:
Sherry Argov
Falli soffrire 2. Gli uomini preferiscono le stronze
PIEMME 2001
Pag. 312 euro 15

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

La fragile follia

In noi è la visione dell’essere la follia… Le fragili ragioni del cuore un mondo perduto in silenzi in lacrime nell’indifferenza.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Madre ti troverò

Sento la tua voce tra le foglie del melo son piene di sapore calore…racchiudono sospiri da tanto trattenuti.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Speech Art

La cultura dentro e fuori l’Accademia. Intervista a Julia Draganović

Abbiamo incontrato la neodirettrice di Villa Massimo, Accademia tedesca a Roma. Con lei abbiamo parlato di promozione culturale, del senso della Istituzione che guida e di come la cultura sia...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Arriva da Cannes Tesnota (Closeness) del pluripreamiato Kantemir Balagov

E’ oggi sugli schermi italiani il film che a Cannes ha rivelato a Kantemir Balagov, Tesnota (Closeness.) Con uno stile molto personale fatto di silenzi e primi piani, Balagov in...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Sport

Il punto della situazione dopo le prime giornate per il campionato di serie A

Le prime giornate di campionato ci mostrano quali sono state le squadre che si sono comportate meglio, sia per qualità di gioco, sia per capacità di rimonta e di portare...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]