Venerdì, 03 Luglio 2015 10:32

Be free to... personale del fotografo Beniamino Finocchiaro

Scritto da

ROMAPuò in tempo di crisi e di caduta di valori una mostra fotografica donarci ancora uno spazio di senso e restituirci significati nuovi? E’ possibile recuperare attraverso l’immagine quella poetica delicata e accattivante che il mondo in piena lotta intestina sembra aver smarrito? "Be free to..." personale del fotografo Beniamino Finocchiaro sembra rispondere alle nostre domande in modo inequivocabile e affermativo.

Libera,“Essere libero di”, provocatoria, eppure delicata e carica di profondo lirismo la mostra di Beniamo Finocchiaro penetra nel profondo di ciascuno di noi a voler tirar fuori gli aspetti più reconditi e nascosti nel nostro io. Un ensamble di emozioni, di corpi, volti e luci, che arrivano dritti al cuore dello spettatore.

Una mostra che si terrà dal 11 al 18 luglio presso Flyer Art Gallery in Via Palermo 77, curatrice la dott.ssa e pittrice Irene Salvatori, e che garantirà ai visitatori uno spettacolo indimenticabile fatto di atmosfere sospese, uniche, riprese attraverso il click della macchina fotografica.

Da sempre impegnato nella ricerca e nella sperimentazione Finocchiaro vuole raccontare un viaggio personale e inconscio attraverso l’immagine a ritrovare se stesso e quel filo perduto di arianna che tutti noi cerchiamo.

Il suo è il piacere dell’artista che non si limita solo a scattare le foto, ma intende andare oltre e penetrare nel profondo il soggetto che intende rappresentare nella pellicola fotografica per non lasciare nulla al caso, niente di intentato.

Studiare, raccontare con delicatezza e con forza insieme l’animo e il corpo femminile, avvolgere i corpi in luci e ombre che definiscono piani e volumi, armonizzare costruzioni concettualmente e formalmente complesse è questa la cifra stilistica dell’artista che, in netta rottura con i facili perbenismi, intende imporre la propria scelta libera e provocatoria.

A cura di Alessandro Spadoni

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

Opinioni

Il corpo parla e può anche tradirci

Dal fondo della piazza non era possibile vedere bene la faccia di Mussolini affacciato al balcone di piazza Venezia durante le adunate oceaniche organizzate dal regime. Ma nei cinegiornali dell’epoca...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Così il cinema italiano ha raccontato l’Italia

Più di un  secolo di storia nazionale  in dodici indimenticabili  film  d’autore  Negli ultimi cento anni, il rapporto degli italiani con la politica, salvo lodevoli eccezioni come la guerra partigiana...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Speech Art

Quattro voci e una Biennale. Speciale Speech Art Venezia

Quasi alla fine dell’ultima edizione della Biennale di Venezia, raccogliamo le idee e tentiamo di rispondere a un quesito fondamentale che ci sale alla mente, proprio a partire dalle parole...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077